Il_brutto_anattroccolo_Auditorium_del_Parco_LAquila

SPETTACOLI PER RAGAZZI

IL BRUTTO ANATROCCOLO

La storia si muove sulla strada tracciata da Andersen ma procede, via via, lungo binari propri; alla fine il brutto anatroccolo diventa uno splendido cigno, ma il percorso che lo guida alla trasformazione ha una psicologia un po’ speciale: il pennuto non nega la sua “diversità” ma la abbraccia con un pizzico di ironia, innamorandosi, però, di quel “bello” (i cigni) che sente stranamente vicino e che in realtà è la sua vera natura.

Nello spettacolo oltre al testo e alla bravura degli attori, gli elementi portanti sono le musiche eleganti, le danze e …

  • drammaturgia e regia: Maria Cristina Giambruno
  • coreografia Francesca La Cava
  • musiche originali: Raffaello Angelini
  • attori: Guido D’Ascenzo e Alessandra Pavoni
  • danzatori: Simonetta D’Intino, Alessia Neri e Nicoletta Ragone
  • assistente alla coreografia: Nicoletta Ragone
  • costumi: Maria Grazia Cimini

produzione: GRUPPO e-MOTION con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Abruzzo e del Comune dell’Aquila

UN POMERIGGIO DA FAVOLA

Il pittore Pietro Ponzio Paolo è nel suo atelier, intento alla creazione della sua ultima tela; sullo sfondo c’è l’intera galleria di sue produzioni, meravigliosi quadri raffiguranti gli animali più incredibili della terra.

Pietro Ponzio Paolo (ppp per gli amici), accortosi della presenza di molti bambini nel suo atelier, decide di raccontare loro la storia di ognuno dei personaggi impressi nelle tele che lo circondano, storie a volte incredibili a volte molto vicine alla realtà, talvolta naif, altre volte profonde e più vere del vero.

Così si alternano le storie di gatti bigi, pesciolini curiosi, gufi di vedetta e armadilli innamorati… non avete mai visto un armadillo innamorato? Beh, vi assicuro che è uno spettacolo da non perdere!

Durante il racconto Catalina Seminova, violinista e grande amica di Pietro Ponzio Paolo, sottolinea con la nobile arte della musica i passaggi salienti delle storie, creando un’atmosfera surreale.

Alla fine dei racconti sarà proprio lui, il pittore Pietro Ponzio Paolo, ad invitare i bambini a toccare i suoi quadri, che…sorpresa! Sono quadri tattili, nei quali le figure vengono fuori dalle tele con un meraviglioso effetto 3D. Stavolta, per i bambini sarà vietato NON toccare!

  • favole: Isabella Benedetti
  • tavole pittoriche: Lucio Paolucci
  • interpreti: Luca Serani, Nicoletta Ragone
  • musiche dal vivo:  violoncello Flavia Massimo e violino Tamara Manganaro        coreografia Francesca La Cava in collaborazione con Nicoletta Ragone

produzione: GRUPPO e-MOTION con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Abruzzo e del Comune dell’Aquila